Colors on the Road

scoprire ogni giorno mille colori nella vita…

Di sferruzzamenti e di libri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sì lo so: va di moda. Dopo essere stata considerata per anni un’attività da nonnine con lo chignon e la copertina sulle ginocchia, adesso sferruzzare è super trendy, e questo secondo la mia cronica bastiacontraritudine dovrebbe essere un motivo sufficiente per defilarmi da lana e ferri. E invece no, e questi sono i motivi per cui sono entrata nel tunnel della maglia e per ora non intendo uscirne:

  • era evidente dai sintomi psicofisici che avevo bisogno di impegnare parte del mio tempo in attività manuale dai risultati concreti e immediati
  • l’effetto rilassante del concentrarsi in movimenti ripetuti è tangibile quando il potere assorbente del cervello ha raggiunto il limite di breakthrough
  • si può sferruzzare ovunque
  • adoro la lana e il calore che trasmette e impazzisco di fronte ad una parete di gomitoli ben separati per colore
  • la mia zoppicante autostima cresce ogni volta che porto a termine un progetto (per quanto io sia consapevole di scegliere solo progetti basic level) e la soddisfazione s’impenna nel vedere indossati i frutti del mio impegno

Pur provenendo da ambienti densamente popolati da esperte della maglia, non sono stati

gli esempi familiari (in effetti mia mamma mi aveva insegnato il dritto e il rovescio innumerevoli anni fa ma lì poi mi ero arenata) a scatenare in me la febbre dello sferruzzamento, quanto la lettura di un libro che parla di maglia e che è costruito come se fosse lavorato “a maglia”. Si tratta de “Il club della calzetta” di Maria Reimondez, un piccolo libro che con grande delicatezza, lontano da stereotipi e facili giudizi e con palpabile empatia dell’autrice parla della storia di sei donne che entrano in contatto grazie ad un comune interesse per la maglia e mentre i loro lavori ai ferri avanzano, anche le loro storie cominciano ad intrecciarsi finchè quelle che erano all’inizio inossidabili differenze fra di loro, nella condivisione diventano punti di forza e sostegno reciproco. Ci sono libri la cui lettura è speciale perchè è speciale il momento della vita in cui vengono letti, in questo caso si tratta di un libro che oltre ad avermi solleticato la curiosità per la “calzetta” ha stimolato in me riflessioni emotivamente impegnative sulla potenza di alcuni legami, sul confine fra libertà e solidarietà, sulla meraviglia di una maglia che viene costruita creando dei nodi da un singolo filo. Proprio come due atomi che si uniscono in molecola.

Sì…dunque…tornando ai miei progetti sferruzzanti, pubblico una prova del primo berretto da me realizzato per la piccola S. e siccome so che i suoi genitori mi vogliono molto bene, sono sicura che lo useranno nonostante le imperfezioni! Il tutorial l’ho preso da qui.

5 commenti su “Di sferruzzamenti e di libri

  1. Filippo
    9 novembre 2011

    Anche Mirtillo impazzisce per i gomitoli di lana..
    PS: inserisci la possibilità di sottoscrivere il tuo blog. Voglio essere aggiornato su nuovi post!..;)

  2. la bertàge...
    14 novembre 2011

    (…ah, e poi sarei io quella che scrive bene…)
    Comunque, anche io voglio essere inscritta agli aggiornamenti…e voglio pure delucidazioni sul concetto di “limite di breakthrough” cerebrale. Grazie.

    • Filippo
      14 novembre 2011

      roba forte.. quella del breakthrough..;)

Hai voglia di dirmi cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 novembre 2011 da in colori, libri, maglia.

Colorsontheroad su facebook

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 259 follower

Questione di diritto d’autore

Tutte le immagini e i testi contenuti in questo sito sono coperti da Copyright, pertanto non possono essere utilizzati, riprodotti, copiati, modificati, trasmessi, alterati senza il mio esplicito consenso. Per eventuali richieste siete invitati a contattarmi scrivendomi a giorgiacolors@gmail.com.

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: