Colors on the Road

scoprire ogni giorno mille colori nella vita…

Camminare con i bambini

Si parte chiacchierando “vedrai che bello quando arriveremo in alto”, “domani potrai raccontare ai tuoi amici che hai scalato una montagna”

Prima sosta. Le chiacchiere non bastano più: si passa a cercare la casetta dei sette nani, gli gnomi, gli orsi e ad inseguire le farfalle

Seconda sosta “gli gnomi non ci sono e io sono stanco”. E’ tempo di canzoni: a voce bassa, che il fiato comincia a scarseggiare, snoccioliamo buona parte del repertorio di famiglia

Terza sosta “io non ce la faccio più, da qui non mi muovo!”: ok, è tempo di passare alla strategia energetica, si sbocconcella qualcosa durante il cammino e un altro po’ di dislivello è superato.

Quarta sosta: i crackers sono finiti ma non dovrebbe mancare molto, bisogna giocarsi la carta delle storie inventate, e allora, fiato permettendo, mi ritrovo a raccontare le gesta di balene puzzone e squali permalosi (perchè in montagna mi vengano fuori solo protagonisti marini bisognerebbe chiederlo al mio inconscio).

“Mamma Papà ce l’ho fatta, sono arrivato in cima! Sono bravo come uno stambecco!”

Sì, ce l’abbiamo fatta anche questa volta e la soddisfazioine è enorme. E non è stato nemmeno necessario ricorrere agli indovinelli!

Domenica scorsa abbiamo deciso di abbandonare gli ultimi scatoloni e di recuperare un po’ di energia e di entusiasmo con una bella camminata in montagna: su di noi funziona sempre, i monti, la natura e un po’ di sudore ci riappacificano con il mondo. E condividere tutto ciò con i bambini può diventare un’esperienza meravigliosa. Certo, quando si cammina con dei bambini i dislivelli vanno ben calibrati, i tempi dei percorsi devono tenere conto del loro passo e di inevitabili soste, i sentieri vanno scelti con attenzione e si deve essere preparati ad attività di intrattenimento durante il cammino, ma si può fare, ed è possibile che i più piccoli ci stupiscano con la loro tenacia.

La montagna è grande maestra e moltissimo ha da dire a chiunque la avvicini, a qualunque età: ai piccoli orsi vorrei che insegnasse a credere nelle proprie capacità, ad apprezzare la soddisfazione di raggiungere una meta che è costata fatica e impegno, e guardare con rispetto a quanto la natura ci offre , a godere del piacere della scoperta.

Noi camminiamo con loro oggi, sperando di fargli un dono per il loro domani, e imprimiamo nella nostra mente la loro gioia nell’arrivare e il loro orgoglio per ogni timbro che si aggiunge nel loro Passaporto delle Dolomiti (grazie A. e L.).

Note tecniche: il Rifugio Casera Bosconero si trova sulle Dolomiti Bellunesi e si raggiunge da Forno di Zoldo. Si tratta di una camminata adatta ai bambini anche se il sentiero (n. 490) può essere in alcuni punti piuttosto impegnativo (dislivello 600 m)

13 commenti su “Camminare con i bambini

  1. Riyueren
    13 luglio 2012

    Ecco, i tuoi post sono un condensato di Bellezza, interiore e fotografica.Siete una famiglia splendida.

  2. Patrizia M.
    13 luglio 2012

    Sono uno splendore giornate come quella che hai vissuto ed avete fatto benissimo ad accantonare per una giornata gli scatoloni, una pausa rigenerante fa sempre bene.
    Bentornata🙂
    Ciao, Pat

    • colorsontheroad
      14 luglio 2012

      Grazie Patrizia, c’ho preso un po’ gusto a pensare a rigenerarmi…ho una serie di scatoloni che ancora mi aspettano😦

  3. sandroesposito
    13 luglio 2012

    Il tuo racconto sembra quello della mia ultima volta che sono stato in montagna con mio figlio di 6 anni, la fatica maggiore è stata proprio motivarlo, l’energia non manca ai bimbi, bisogna solo tirargliela fuori. Monte san giorgio, mendrisio, Sfizzera.

    • colorsontheroad
      14 luglio 2012

      Hai proprio ragione, ogni tanto il più grande (7 anni) riesce a seminarci!

  4. esercizidipensiero
    14 luglio 2012

    credo che ciascuno di noi nel suo patrimonio di ricordi abbia la montagna, specialmente chi viene dalle nostre parti. scuola di vita, scuola di fatica e di soddisfazione. scuola di pasticcerie e di panini allo speck. scuola di tendere una mano a chi sta indietro… ooo mi stai portando indietro nel tempo, cara. mi fermo, stop.

    • colorsontheroad
      14 luglio 2012

      Non credere che sia patrimonio di tutti, anche adesso sono molti i genitori che non ci provano nemmeno!

  5. adoro le dolomiti bellunesi. da trentasei anni ormai ogni estate vado a ricaricarmi almeno una settimana sotto le pale di s.martino. quest’anno si comincerà con le passeggiate serie. e allora non basteranno le storie di fate e gnomi, mi dovrò portare il montacarichi!

    • colorsontheroad
      16 luglio 2012

      Noi abbiamo iniziato la scorsa estate a fare camminate un po’ più impegnative e onestamente la loro resistenza ci ha sorpreso! Non dimenticarti di portare della cioccolata…aiuta a creare un diversivo soprattutto quando la mamma ha bisogno di riprendere fiato tra una storia ed un’altra😉

  6. trekkismo
    20 luglio 2012

    Una volta stabilita launa meta alla loro portata credo sia importante arrivare in fondo a queste camminate, perché se i bambini vedono i genitori che gettano la spugna al primo segno di stanchezza, lo faranno anche loro, sempre, con tutte le altre cose della vita.

    • colorsontheroad
      20 luglio 2012

      Ciao, sono d’accordo con te, per quello è importante decidere con cura la meta. Inoltre per loro è difficile comprendere il senso del fare fatica se non è compensata dalla soddisfazione di arrivare in altro! Ho dato un occhio al tuo blog e mi sembra molto inetressante, adesso mi ci faccio un giro…a presto

      • trekkismo
        20 luglio 2012

        Da grandi sarà per loro un bel ricordo.

Hai voglia di dirmi cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 luglio 2012 da in famiglia, kids, montagna con tag , , , , .

Colorsontheroad su facebook

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 259 follower

Questione di diritto d’autore

Tutte le immagini e i testi contenuti in questo sito sono coperti da Copyright, pertanto non possono essere utilizzati, riprodotti, copiati, modificati, trasmessi, alterati senza il mio esplicito consenso. Per eventuali richieste siete invitati a contattarmi scrivendomi a giorgiacolors@gmail.com.

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: