Colors on the Road

scoprire ogni giorno mille colori nella vita…

Io vivo a colori

…ma fotografo in bianco e nero

bookshop

Non ho più scritto, non mi ci stava più. Non che ogni tanto non mi andasse di tornare a farmi un giretto di parole su wordpress, ma ho scelto di non farlo perché le mie parole si sarebbero mosse in dimensioni poco familiari a colorsontheroad: famiglia, figli, scelte educative, figli con bisogni speciali, scuola, insegnanti e tutto quello che ci ruota intorno. Io ce l’ho un bambino con bisogni speciali, e ne ho anche uno che non rientra nella definizione ma i suoi bisogni sono speciali pure quelli, e di pensieri da convertire in parola scritta ne ho in continuazione e, dfficile dubitarne per chi mi conosce, in questi mesi ho riempito innumerevoli quaderni con le mie farneticazioni e le mie cicliche riflessioni ma ho deciso tutto il mio blaterare sull’argomento deve restare chiuso lì dentro. Due sono i motivi per cui ho scelto la non condivisione: il primo é che non sono una mommyblogger e non ho nessuna intenzione di diventarlo (e magari un giorno potrei anche spiegarvi il perché), il secondo é che, se é vero che il soggetto delle mie riflessioni, dei miei dubbi e delle mie paure sono io, é vero anche che gli oggetti di tutto quello che mi passa per la testa meritano di godere dell’anonimato virtuale almeno finché non saranno loro a decidere che cosa della loro vita varrà la pena condividere, e trovo che sia giusto che conoscano (ora e in futuro) dei pensieri della loro mamma solo quello che é intenzionalemnte rivolto a loro (e per questo, che lo dico a fare, esistono degli appositi quaderni).

Solo che poi questa settimana mi é venuta voglia di scriverlo anche qui, quanto la amo questa mia vita a colori…e intanto oggi é un post poi chi lo sa.

Tutto é partito da questa canzone

e dai muri colorati delle case abbandonate. E allora ho pensato che la mia vita a colori ha muri pitturati così strepitosi che non amarli é impossibile!

Ci sta dentro la pazienza, così tanta pazienza che fare i compiti é praticamente un secondo lavoro, ci sta tanto impegno e l’insicurezza di muoversi nel modo migliore, ma ci sta anche la leggerezza con cui sei portato ad affronatre difficoltà che ad altri provocano la gastrite, e ci sta una doppia soddisfazione per ogni conquista. Nella mia vita a colori ci puoi trovare delle buone maestre, la maestra di sostegno che hai sempre sognato e una rete di persone che insieme a te lavora con il cuore. Ci puoi trovare anche un’intera famiglia chiusa fuori casa un sabato sera e un’intera squadra di pompieri veri che parcheggiano il loro camion vero sotto casa e con le loro uniformi vere salvano il cane chiuso dentro, il marito che impreca e due bambini felici (“mamma oggi é stata una giornata bellissima!”). Ci puoi trovare un gruppo scout, un comitato genitori, un cane che ha paura del buio, una coperta all’uncinetto che sarà finita, se va bene, nel 2030 e una maestra di yoga che scioglie tutto (o quasi) con una miscela di musica, luce, asana, respiro e tisana alla cannella. Ci puoi trovare un ospite cinese che aspettiamo con impazienza e un progetto di affido che sta scritto sul nostro futuro. Vivo a colori perché nella confusione di casa perdo tante cose, ma trovo tante coccole (“mamma fermati che dobbiami darci 100 abbracci”), perché le amiche, così diverse che di più non si può, sono sempre lì con le loro vite altrettanto colorate e forse pure di più, perché tanti progetti mi si muovono intorno e l’entusiasmo avvolge ognuno di essi, perché la reflex mi parla di notte quando si ritrova inattiva da un po’, perché l’imprevisto é quasi all’ordine del giorno ma abbiamo imparato a riderci su, perché toglietemi tutto ma non il mio spriz con cicheti! Noi viviamo a colori perché non ci vanno tutte dritte, proprio no, ma suvvia, si cambia colore e si va…

20 commenti su “Io vivo a colori

  1. edp
    15 marzo 2014

    Ehi ciao

  2. beweightless
    15 marzo 2014

    Ciao Giorgia, mi sono chiesta tante volte come ti andasse e cosa stessi facendo. Sono davvero contenta di rileggerti. Capisco il tuo “poi chi lo sa”, ma spero comunque di tornare a leggere i tuoi post il più spesso possibile!
    Un abbraccio

    • colorsontheroad
      15 marzo 2014

      non pensavo ma pare che separarsi da un blog sia difficile: bello sapere che é lì e ogni tanto ci si può tornare😉 Ti abbraccio

  3. Claudia
    15 marzo 2014

    Ciao, noi ti aspettiamo qui! è sempre bello leggerti. Un abbraccio C.

  4. sandroesposito
    15 marzo 2014

    “mamma oggi é stata una giornata bellissima!”… ecco…🙂

  5. Patrizia M.
    15 marzo 2014

    Che bello rileggerti e poi leggere quelle parole “mamma oggi è stata una giornata bellissima” è delizioso e sicuramente un essere ripagata di tanti sacrifici.
    Noi ci siamo per quando hai voglia di scrivere. Un abbraccio, Pat

  6. ilmiosguardo
    15 marzo 2014

    Che ricchezza ad avere tutte quelle coccole!🙂
    Tienitele strette che poi crescono …🙂 e si diradano
    Sorriso grande
    Ondina

  7. sguardiepercorsi
    16 marzo 2014

    Piacere rileggerti… Sai che proprio in questi giorni sto leggendo un libro molto bello e ricco di riflessioni, scritto da Andrew Solomon: “Lontano dall’albero”. Sono storie di famiglie con figli dai bisogni speciali…
    Un pensiero e un abbraccio,
    Chiara

    • colorsontheroad
      17 marzo 2014

      Grazie Chiara per il suggerimento, me lo segno subito! E grazie per essere tornata a leggermi🙂

  8. la rana a righe
    17 marzo 2014

    Bellissimo post! Mi ha fatto sorridere ed emozionare in un lunedi mattina dall’umore così così. Grazie🙂

    • colorsontheroad
      19 marzo 2014

      Grazie a te carissima ranaarighe! Ci sono momenti in cui le parole spingono per venire fuori…sarebbe imperdonabile impedirglielo🙂

  9. Riyueren
    18 marzo 2014

    Che bello ritrovarti qui! mi piace come vivi i colori🙂 spero di rivederti presto.

    • colorsontheroad
      19 marzo 2014

      Ben ritrovata carissima! Chissà chissà cosa decideranno di fare le mie parole… Ti abbraccio

  10. robert quiet photographer
    31 agosto 2014

    Arrivo un po’ tardi, ho letto con attenzione, mi auguro ogni tanto di leggerti ancora.
    Imparerò a memoria questa frase :”perché l’imprevisto é quasi all’ordine del giorno ma abbiamo imparato a riderci su” . Grazie
    robert

  11. francesca
    27 marzo 2015

    Ciao stavo cercando sul tuo blog il titolo di un libro che avevi recensito ( e l’ho trovato) così ho letto quello che hai scritto e mi è parso molto bello. Ho conosciuto oggi una signora anziana, un’ebrea ungherese, deportata col suo papà, fortunatamente sopravvissuta, emigrata e sposata con un famoso matematico di cui è innamoratissima tutt’ora malgrado sia affetto da una grave forma di Alzheimer. Mi ha detto: “Mio padre mi disse: Le cose capitano comunque. Puoi scegliere ogni giorno di piangere o di ridere. Mio padre ha scelto di ridere. E anche io” .
    È bello avere una vita colorata.!!! E tanti sorrisi!

Hai voglia di dirmi cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15 marzo 2014 da in famiglia, kids, Uncategorized, vita con tag , , , , .

Navigazione

Colorsontheroad su facebook

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 259 follower

Questione di diritto d’autore

Tutte le immagini e i testi contenuti in questo sito sono coperti da Copyright, pertanto non possono essere utilizzati, riprodotti, copiati, modificati, trasmessi, alterati senza il mio esplicito consenso. Per eventuali richieste siete invitati a contattarmi scrivendomi a giorgiacolors@gmail.com.

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: