Colors on the Road

scoprire ogni giorno mille colori nella vita…

Vicino é bello project: 17/52. Sembra solo una carrucola ma é molto di più.

Mi sembra evidente che il mio 52 project (QUI le motivazioni del progetto) stia zoppicando. Dovrei pubblicare un post alla settimana e a questo punto dovrei essere più o meno al 22, il che significa che sono in ritardo di 5 settimane sulla tabella di marcia di qualsiasi 52 project che sia degno di questo nome. Mi ci sono anche un po’ sentita in colpa, lo confesso: mica si fa così, prendersi un impegno e poi trascurarlo in questo modo…tzé che vergogna. Nelle ultime settimane però ho realizzato una cosa non da poco: il progetto é nato come un percorso personale con lo scopo di guardare con ottimismo ai luoghi in cui mi sentivo catapultata dopo il trasloco, volevo cercarne la bellezza e trovare gli stimoli per approfondirne la conoscenza, e dopo qualche mese vedo una me stessa positiva e parecchio intraprendente in vari ambiti dell’inserimento. Quindi pazienza se sono in ritardo e perdonate gli aggiornamenti squinternati: il mio progetto continua e sono piuttosto fiera di me, nonostante il ritardo cronico nel trasportare le mie scoperte nel blog.

Ciò detto, il mio 17/52 rivela l’innamoramento per una carrucola.

carrucola (1) carrucola (2) carrucola

La premessa d’obbligo (un’altraaaa?) é che prima di insediarci nel paesello vivevamo in un posto in cui l’erba del parco giochi non viene tagliata fino a quando i bambini sotto al metro non cominicano a sparire inghiottiti dalla giungla selvaggia e in cui le altalene rotte restano tali per anni, almeno fino al cambio di generazione. E tu chiami in comune miliardi di volte, raccogli firme, mandi lettere e imprechi in otto lingue ma niente, l’amministrazione c’ha da far costruire le case, mica può sperperare i soldi per quella strana razza di cittadini non votanti che ancora non si puliscono il sedere da soli.

Ancora mi ci arrabbio. Ad ogni modo la premessa é doverosa per comprendere il mio stupore: tre parchi pubblici inrono a casa, erba tagliata regolarmente, giochi e spazi adeguati a diverse fasce di età dei bambini, panchine all’ombra…e da qualche tempo una carrucola per volare da un lato all’altro del parco. Secondo i canoni a cui sono stata abituata ben oltre lo stretto indispensabile.

A guardarla da un altro punto di vista, una rovina per chi, come me, vive il contesto “mamme al parco” come il peggiore dei doveri genitoriali. Per gli orsi invece é uno spasso. In fondo al parco ci si può sempre mandare il papà…

Annunci

Hai voglia di dirmi cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 25 giugno 2013 da in 52 project, famiglia, kids con tag , , , , .

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 259 follower

Questione di diritto d’autore

Tutte le immagini e i testi contenuti in questo sito sono coperti da Copyright, pertanto non possono essere utilizzati, riprodotti, copiati, modificati, trasmessi, alterati senza il mio esplicito consenso. Per eventuali richieste siete invitati a contattarmi scrivendomi a giorgiacolors@gmail.com.

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: