Colors on the Road

scoprire ogni giorno mille colori nella vita…

Cinque cerchi e una stella: un libro da leggere marciando

Cinque cerchi e una stella (1)

Cinque cerchi e una stella

Una vita avvinghiata alla storia. ebreo sopravvissuto al nazismo e israeliano  sopravvissuto al terrorismo palestinese alle Olimpiadi di Monaco del 1972. Un uomo forte e detrminato, che affronta correndo i fantasmi di un passato di discriminazione e violenza: comincia a correre durante il servizio militare dopo aver raggiunto Israele, e continua a farlo ancora oggi, tanto è vero che l’autore del libro lo incontra e lo intervista con le scarpe da corsa ai piedi e a passo di marcia.

“La mia strategia è sempre molto semplice ed è la stessa da una vita, soprattutto quando si tratta di affrontare una salita: nei pezzi pianeggianti vado a tutta velocità, spremendomi e tirnado fuori l’energia che ho dentro, fino a che non sono ridotto a stringere i denti, incapace di accelerare anche solo un po’. E poi, quando arrivo a un tratto in salita, ci metto ancora più impegno.”

Non molla mai, Shaul Ladany, e anche di fronte alla guerra che sta impegnando il suo paese non riesce a tirarsi indietro e per andare a combattere organizza e finanzia il suo rientro dagli Stati Uniti. E di nuovo sopravvive e ricomincia a marciare.

Quello che colpisce della vita di quest’uomo non sono tanto i risultati sportivi (che sono peraltro numerosi e importanti) quanto la determinazione a non rinunciare mai, a fare della marcia uno stile di vita, ad amare i chilometri percorsi e a renderli imprescindibili.

“Le targhe sono tributi da appendere, il cammino invece è una festa mobile, che si rinnova ogni volta che ti metti in moto”

La scrittura profonda e incalzante di Andrea Schiavon conduce il lettore attraverso i passi di un’esistenza sempre proiettata in avanti e li intreccia con fatti e personaggi della storia, costruendo un racconto commovente e ironico, avvincente e penetrante che non lascia indifferenti.

“Perchè puoi percorrere migliaia di chilometri, ma certe esperienze non le puoi sudare via. Stanno lì, sono la tua ombra proiettata sull’asfalto. Distorta e spaventosa, ma in movimento. A ricordarti che sei vivo”

Mi concedo in chiusura una breve considerazione: a lato dell’enorme ammirazione che la forza e il coraggio di Shaul Ladany mi hanno trasmesso, mi porto dentro altrettanta ammirazione per la grande donna che l’ha sostenuto e accompagnato per buona parte della sua vita. Mi è impossibile non soffermarmi sul fatto che quasi sempre le scelte che ognuno di noi compie assecondando passioni avvolgenti ed irrinunciabili corrono il rischio di realizzarsi a scapito delle passioni di chi ci sta più vicino. E qui ammetto di muovermi in un terreno intriso di esperienza personale, ma questo mi chiedo: dove finisce il nostro diritto a realizzarci e dove inizia il diritto del prossimo ad avere bisogno di noi?

Cinque cerchi e una stella (3)

Cinque cerchi e una stella (2)

2 commenti su “Cinque cerchi e una stella: un libro da leggere marciando

  1. Patrizia M.
    23 gennaio 2013

    Grazie per aver parlato di questo libro, non lo conoscevo e non ho intenzione di perdermelo, le tue parole come presentazione sono molto convincenti, penso proprio che il libro meriti di essere letto.
    Ciao, Pat

  2. Riyueren
    26 gennaio 2013

    Mi piace molto come lo hai presentato visivamente, con quel tuo modo che rende speciale ogni cosa.
    Bella la domanda che ti e ci poni all’ultimo. Non so cosa rispondere…si cammina sul filo dell’amore che a volte è leggero e morbido come una piuma, altre volte è un filo di spada. Come dice l’autore del libro…si va avanti, in marcia.E in due direi che è meglio.😉

Hai voglia di dirmi cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 23 gennaio 2013 da in fotografia, libri con tag , , , .

Colorsontheroad su facebook

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 259 follower

Questione di diritto d’autore

Tutte le immagini e i testi contenuti in questo sito sono coperti da Copyright, pertanto non possono essere utilizzati, riprodotti, copiati, modificati, trasmessi, alterati senza il mio esplicito consenso. Per eventuali richieste siete invitati a contattarmi scrivendomi a giorgiacolors@gmail.com.

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: