Colors on the Road

scoprire ogni giorno mille colori nella vita…

Meglio se mi compro un casco

Primo tratto pista ciclabile, un lusso che dura poco, e sarà poi normale che consideri un lusso un tratto di strada dal fondo sconnesso che il massaggio ai reni è compreso? Attraversare la strada per riportarsi sulla destra, strada stretta, mannaggia questi come corrono, l’unica è sperare che mi vedano, ecco la rotonda, questa no, a quest’ora è sicuro che mi stendono, meglio farla sul tratto di pista dal lato opposto. Rotonda passata, torno a destra, la pista ciclabile è un ricordo ma la strada è larga, corro ed è piacevole, l’aria fresca, le gambe che si scaldano, alle macchine che che mi sfrecciano di fianco non penso più. Il cavalcavia della stazione l’ho fatto qualche volta, ma è stretto, autobus e furgoni ti sfiorano, ora faccio il sottopasso, grande persona chi l’ha realizzato, ci ritroviamo in tanti lì sotto, e dire che in strada ho sempre la sensazione di essere un po’ sola a pedalare. Al semaforo c’è sempre la coda, ma non per me, ‘ma questo è lo stesso tizio che mi ha superato prima’, che in macchina si faccia prima è solo un’illusione e mentre mi vedono correre avanti lo sanno anche loro. Un segno giallo sulla strada indica che la pista ciclabile ricomincia, è solo disegnata e perennemente occupata, ma almeno è territorio mio, sfreccio di fronte ad un vecchietto che pedala dondolante “Veeeeecia va piaaan!”, lo saluto mi godo il momento, la strada è brutta ma viva, tutti gli odori della città che si sveglia mi accarezzano, supero qualche altro ciclista , mi incazzo con un paio di automobilisti maleducati, passo l’ultimo semaforo e sono arrivata. Sono bella sveglia, al contrario di quando faccio lo stesso tragitto in macchina. Però è meglio se mi compro un casco.

E intanto sogno un posto così per me e la mia bici fedele.

12 commenti su “Meglio se mi compro un casco

  1. alessandro ciapanna
    4 novembre 2012

    A noi il casco, ok. Ma a certi automobilisti la camicia di forza…😉

  2. Riyueren
    4 novembre 2012

    Che bello! sei ritornata! mi mancavano i tuoi colori…:)

    • colorsontheroad
      4 novembre 2012

      Grazie, è stata una vera e propria astinenza da rete, forzata ma per alcuni versi anche salutare! Un po’ mi mancava la mia casetta sull’albero, non so quanto riuscirò ad essere costante (fortunatamente la vita vera è piena zeppa densa intensa), la prenderò un po’ come viene, solo per il piacere di rifugiarmici ogni tanto. Adesso con calma vado a recuperare un po’ di arretrati fra le tue foto🙂

  3. Patrizia M.
    4 novembre 2012

    Eh si, meglio se ti comperi il casco, un po’ perché ho idea che appena ti è possibile quando sei in bicicletta ti scateni, ma soprattutto perché gli automobilisti sono troppo spesso dei grandi maleducati che non rispettano chi va in bici oppure a piedi….
    Ben tornata🙂
    Ciao, Pat

    • colorsontheroad
      5 novembre 2012

      Ciao Pat, mai più senza il casco, che gli automobilisti sono una brutta razza! Baci🙂

  4. robert quiet photographer
    4 novembre 2012

    Che bello, in questa giornata grigia, scura e piovosa sono tornati i colori sulla (mia) strada! Io mi muovo tanto a piedi, un poco in bicicletta ed il meno possibile in auto. In ogni caso cerco di preoccuparmi per la incolumità mia (e degli altri) ed è per questo che vado poco in bicicletta, ma sopratutto cerco di rispettare sempre gli altri. Non mi sembra poi così difficile…certo serve un po’ di …intelligenza? educazione? senso civico ? xxx ? decidete voi!
    Sogno anch’io un posto come quello che ci hai mostrato, ma temo di vivere nella città o nel paese sbagliato per vederlo realizzare…ciao
    robert

    • colorsontheroad
      5 novembre 2012

      Anch’io vivo decisamente nel posto sbagliato ma resisto, almeno per ora…almeno mi serve per svegliarti, dovresti vedere come arrivo al lavoro quando prendo la macchina, addormentatissima! Ciao Robert P.S. approvo la tua scelta di spostarti a piedi🙂

  5. beweightless
    4 novembre 2012

    Che bello rileggerti! Io adoro andare in bicicletta e uno dei miei “sogni possibili” é proprio quello di andare a lavorare in bici. In questo momento, però, non se ne parla proprio. Quando vedo delle realtà come quella del video, mi viene voglia di espatriare (ancora)…

    • colorsontheroad
      5 novembre 2012

      Eh già, anch’io la stessa insistente sensazione, però resisto e mi godo il fatto di essere ad una distanza percorribile in bici😉 Ciao cara

  6. esercizidipensiero
    5 novembre 2012

    L’ho fatta per anni quella strada, mattina e sera. Andata in statale e ritorno in pista (vuoi mica che perda tempo a spostarmi di lato strada?). E’ questa la nostra rivoluzione, e dovevi vedermi ieri sotto il diluvio….

    • colorsontheroad
      5 novembre 2012

      Pensavo a te infatti finchè scrivevo il post, ed ero sicura che tu non facessi il cambio di lato😉 (lo dico sottovoce ma io lo faccio solo qualche volta….)

Hai voglia di dirmi cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 novembre 2012 da in vita con tag , .

Colorsontheroad su facebook

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 259 follower

Questione di diritto d’autore

Tutte le immagini e i testi contenuti in questo sito sono coperti da Copyright, pertanto non possono essere utilizzati, riprodotti, copiati, modificati, trasmessi, alterati senza il mio esplicito consenso. Per eventuali richieste siete invitati a contattarmi scrivendomi a giorgiacolors@gmail.com.

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: