Colors on the Road

scoprire ogni giorno mille colori nella vita…

Care ragazze…una giornata per riflettere

Oggi il mio 8 marzo è cominciato con una nota di colore sul tavolo della colazione, delle bellissime calle gialle e due disegni meravigliosi, doni degli uomini del mio micromondo, il più grande dei quali è consapevole di quanto io consideri preziosa l’attenzione che viene rivolta a questa giornata delle donne, aldilà delle banalizzazioni che ormai la caratterizzano. Non è una festa (che da festeggiare c’è gran poco) ma una giornata di memoria e riflessione, e dovrebbe esserlo soprattutto per noi donne che con la consuetudine alle libertà fondamentali di cittadine ci siamo nate e spesso dimentichiamo che “i diritti delle donne sono acquisiti, non sono dati per natura. Hanno una dimensione storica. Sono il frutto di lotte e di impegni di molte, diverse generazioni. E si possono anche perdere”.

La citazione viene dal libro “Care Ragazze” di Vittoria Franco, un promemoria, come lo definisce la stessa autrice, rivolto a tutte quelle donne che per giovane età non hanno conosciuto il percorso delle dure lotte per le libertà femminili, un monito a vigilare affinchè ciò che è stato conquistato non venga sommessamente distrutto e un invito a prendere coscienza dei tanti passi che restano ancora da fare…perchè “occorre un cambiamento di mentalità per affermare una cultura del riconoscimento del ruolo delle donne in tutte le sfere di attività in una più ricca democrazia paritaria”.

La cronologia dei diritti delle donne italiane parla chiaro: le donne partecipano per la prima volta al voto nel 1946 (solo 66 anni fa…molto pochi), è possibile divorziare dal 1974 e abortire legalmente dal 1978 (per dire che mia madre se avesse avuto la necessità non avrebbe potuto farlo…), nel 1975 la riforma del diritto di famiglia ha istituito la parità fra i coniugi, fino al 1996 la violenza sessuale era un reato contro la morale e non contro la persona (praticamente l’altro giorno).

Io sono riconoscente a quelle donne che mi hanno permesso di essere una cittadina attiva ed una donna responsabile delle proprie scelte e oggi rivolgo un pensiero a tutte quelle donne che nel mondo stanno ancora combattendo con coraggio per l’affermazione di diritti fondamentali. Nel mio piccolo non abbasso la guardia e mi impegno a seminare nei miei figli (maschi) il rispetto della diversità, la sensibilità all’ingiustizia e la predisposizione alla cooperazione.

“Care Ragazze. Un promemoria” di Vittoria Franco. Donzelli Editore.

16 commenti su “Care ragazze…una giornata per riflettere

  1. esercizidipensiero
    8 marzo 2012

    per una lotta per i diritti delle donne, fatta però, senza mai perdere la femminilità.

    • colorsontheroad
      8 marzo 2012

      of course😉 si tratta di pari opportunità, ma ognuno con le sue peculiarità!

      • Riyueren
        8 marzo 2012

        Concordo.Penso che noi donne dovremmo riuscire a far capire agli uomini che esiste un’altra strada..ma spesso mi sembra che si finisca per ripetere gli stessi errori dei maschi…non so, è come un’impressione…Per inciso, foto stupende.

      • colorsontheroad
        9 marzo 2012

        Purtroppo credo che tu abbia ragione, il problema è che non si tratta di rincorrerci sulla stessa strada, ma di trovarne una nuova da percorrere insieme…fantascienza in un paese come il nostro???

  2. Allegria di nubifragi
    8 marzo 2012

    C’è ancora tanta strada da fare….auguri donne..
    http://allegriadinubifragi.wordpress.com/

  3. Paolo Zardi
    9 marzo 2012

    L’8 marzo si leggono tante banalità… ma fortunatamente, ci sono post come questi che restituiscono questa giornata alla sua reale importanza – molto superiore a quanto i fiorai vorrebbero farci credere.
    Grazie!

  4. elena
    9 marzo 2012

    Ieri sera ripensando alla mia giornata mi sono resa conto che nemmeno un uomo mi aveva fatto gli auguri; tutti quelli ricevuti mi erano stati fatti da donne… assolutamente non superficiali!!

  5. ale_mommyplanner
    9 marzo 2012

    Splendidi i fiori !
    Incuriosita dal libro !
    Grazie !

  6. labambinacolpalloncino
    9 marzo 2012

    trovare una nuova via e non perdere quella che riteniamo giusta… bel post e belle foto!

  7. ruadellestelle
    9 marzo 2012

    E’ un po’ che seguo il tuo blog ‘in silenzio’ e mi piace molto. Le parole di oggi poi sono davvero importanti, sia per le donne che per gli uomini… ma non ci dovrebbe essere mai bisogno di una festa per un promemoria di questo tipo.

    e colgo l’occasione per lanciarti una piccola sfida sul mio blog, se ti va… raccoglila!

  8. anya78
    9 marzo 2012

    un blog molto interessante, complimenti!!

  9. Vittoria Franco
    12 settembre 2013

    Solo ora ho letto questo tuo blog. Grazie per aver letto e commentato il mio “Care ragazze”. Lo condividerò su fb.

Hai voglia di dirmi cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 8 marzo 2012 da in donne che ammiro, famiglia, fotografia, libri con tag , , , , .

Colorsontheroad su facebook

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 259 follower

Questione di diritto d’autore

Tutte le immagini e i testi contenuti in questo sito sono coperti da Copyright, pertanto non possono essere utilizzati, riprodotti, copiati, modificati, trasmessi, alterati senza il mio esplicito consenso. Per eventuali richieste siete invitati a contattarmi scrivendomi a giorgiacolors@gmail.com.

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: