Colors on the Road

scoprire ogni giorno mille colori nella vita…

Di colori e passeggiate

Con la prontezza di un bradipo rispondo a qualcuno (e ricordo benissimo chi era…) che reclamava un po’ di colore in queste pagine vista la tendenza al bianco e nero dell’ultimo periodo! La verità è che ci sono immagini che non riesco a visualizzare se non in b/n, è un po’ come se le vedessi in bianco e nero già nel momento in cui scatto: guardare queste immagini a colori le fa quasi scomparire ai miei occhi, ne fa evaporare il senso originale dell’aver puntato l’obiettivo proprio in quel punto. E con il rischio di sembrare del tutto squilibrata potrei aggiungere che in molti casi nel b/n di colori ne vedo un’arcobaleno intero, e negli altri casi per arrivare dritti al punto probabilmente di colore non c’è nessun bisogno.

Ancora Venezia, lo so, ma … esiste qualcuno per cui Venezia può diventare noiosa? Non per me di sicuro: è dietro casa, è meravigliosa, è talmente complicata da concederti di scoprirla solo a piccole dosi, e poi è la città più a misura di bambino che io conosca. Questa domenica l’abbiamo raggiunta con uno scopo culturale ben preciso: vedere lo scheletro di Ouranosaurus Nigeriensis (ehm, ovviamente abbiamo dovuto studiare un po’ per prepararci…) nel Museo di Scienze Naturali, e vi assicuro che se avete un figlio che conosce i nomi di tutti i dinosauri compresi quelli impronunciabili, che nei momenti più assurdi corre a prendere il suo manuale della preistoria perchè non ricorda lunghezza, alimentazione e abitudini di un qualche saurus, o che nella scelta del vestito di carnevale è incerto fra un lagosuchus e un corithosaurus, in una tale situazione familiare andare al museo a vedere lo scheletro di Ouranosaurus più che una scelta è una necessità!

Ad ogni modo sono stata felice di scoprire un museo davvero pensato per i più piccoli, studiato per essere accessibile e soprattutto accattivante per tutti, con alcune trovate ingegnose e utili al fine della scoperta e della comprensione. Noi abbiamo compiuto la nostra missione (saltando però in tutta fretta la sala della caccia grossa), abbiamo imparato quanto c’era da imparare sui fossili e adesso abbiamo un figlio che da grande vuole fare il paleontologo!

16 commenti su “Di colori e passeggiate

  1. Riyueren
    27 febbraio 2012

    Oh, che bello! quella finestra con le girandole l’avevo fotografata anch’io, non questa volta, perché con il Carnevale era impossibile…Quanto al figlio con la passione per i dinosauri…anche il mio era così, ci ha fatto impazzire…ricordo un mucchio di libri illustrati e anche un modellino di tirannosauro che alla fine avevo dovuto costruire io…per fortuna subito dopo è passato al pianoforte🙂 Ora ho la sala occupata da un mezza coda ma preferisco la musica ai dinosauri…ho una specie di piano bar di classica in casa😉
    L’arcobaleno nel B&N lo vedo anch’io…eccoti un’altra visionaria…
    T’invidio Venezia dietro l’angolo…
    Un abbraccio.

    • colorsontheroad
      28 febbraio 2012

      Fiuuu, allora non sono io ad essere strampalata! Decisamente meglio la musica dei dinosauri, per ora gli argomenti preferiti in casa sono dinosauri e macchine, sai che spasso!😉

  2. Filippo
    28 febbraio 2012

    Wow! Finally!🙂
    PS: ma che Papa zeo queo dea foto? Me sa el papa “buono”..

  3. Allegria di nubifragi
    28 febbraio 2012

    “esiste qualcuno per cui Venezia può diventare noiosa?” Spero di no, altrimenti saremmo circondati dalla superficialità.
    http://allegriadinubifragi.wordpress.com/

  4. Filippo
    28 febbraio 2012

    E cmq è vero. Le foto le “vedi” prima ancora di mettere mano alla macchina fotografica e all’obiettivo..

    • colorsontheroad
      28 febbraio 2012

      a proposito di foto, che tempo fa ‘sto week end? Ci vuole una buona luce per la nuova bike…

      • Filippo
        29 febbraio 2012

        potrebbe essere molto soleggiato..😉

  5. elena
    1 marzo 2012

    Ciao! Noi il museo di scienze naturali avevamo tentato di vederlo lo scorso settembre (anche per noi era lo scopo principale della gita), ma sul più bello, quando eravamo già nell’atrio, il mio bambino non ha nemmeno voluto entrare ostinandosi con un capriccio infinito.
    Morale della favola..tutti gli altri scopi secondari della gita (comprese le polpette di bacari) sono diventati per magia la vera meta😉

    • colorsontheroad
      1 marzo 2012

      Ciao! Credo che l’età giusta sia quella di P., era molto interessato a leggere e capire mentre suo fratello era attratto solo dalle cose più coreografiche e appariscenti. E comunque viva il giro dei bacari! Ti abbraccio

  6. labambinacolpalloncino
    3 marzo 2012

    No Venezia non è mai noiosa soprattutto per chi come te sa cogliere angoli così poco turistici😉

  7. esercizidipensiero
    5 marzo 2012

    ma siamo vicine di casa! (e la foto del blog, quella con i tronchi è bellissima, le altre torno a guardarmele con calma che è lunedì mattina…)

Hai voglia di dirmi cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27 febbraio 2012 da in colori, famiglia, fotografia, kids, Venezia con tag , , , .

Colorsontheroad su facebook

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 259 follower

Questione di diritto d’autore

Tutte le immagini e i testi contenuti in questo sito sono coperti da Copyright, pertanto non possono essere utilizzati, riprodotti, copiati, modificati, trasmessi, alterati senza il mio esplicito consenso. Per eventuali richieste siete invitati a contattarmi scrivendomi a giorgiacolors@gmail.com.

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: