Colors on the Road

scoprire ogni giorno mille colori nella vita…

Io e Tina

Vi è mai capitato di avere fra le mani innumerevoli volte delle immagini molto significative ma di non riuscire ad entrarci in sintonia e di lasciarsele scivolare addosso senza che lascino il segno? Ebbene, confesso di essere vittima di un innamoramento ritardato per Tina Modotti, nato dallo stesso libro già sfogliato chissà quante volte a casa dei miei genitori, e che solo da pochissimo ha fatto scattare qualcosa nel mio sguardo e nei miei pensieri. Credo che sia stata la curiosità nei confronti della sua vita a farmi entrare in sintonia con le sue foto, e credo che proprio in questo momento della mia vita una donna come Tina abbia molto da dirmi. Ho letto con molta passione della sua vita, delle sue imprese, dei suoi amori, me ne sono totalmente innamorata e ho finito per guardare ad alcune sue foto come se fossero scatti di una cara amica. Tina è stata una donna “in salopette” (che per l’epoca non è certo un dettaglio da poco), è stata una donna appassionata, determinata e molto creativa: ha creduto profondamente nella fotografia finchè questa ha rappresentato un mezzo privilegiato per fare una differenza nel mondo e l’ha abbandonata nel momento in cui per tenere fede ai suoi principi antifascisti non vedeva alternativa all’agire in prima persona. Nel suo conflitto interiore fra vita e arte, quest’ultima è stata sacrificata alla necessità di combattere in un mondo diviso dall’ingiustizia sociale.

Questo è il sito del comitato che porta il suo nome, nato a Udine, sua città natale.

Qui invece le informazioni relative ad una mostra dal titolo “Tina Modotti: un nuovo sguardo” al Cervantes dall’1 febbraio all’11 marzo 2012 , organizzata dall’Ambasciata del Messico in Italia in collaborazione con l’Instituto Cervantes di Roma. E’ esposta una selezione di 26 fotografie scattate tra il 1923 e il 1927. Per me sarà un po’ difficile riuscire ad andarci però ci sto lavorando….Intanto ho in programma un giro in libreria per un paio di libri che devo assolutamente leggere (questo e questo).

 

Un commento su “Io e Tina

  1. robert che vola
    12 febbraio 2012

    Credo Tina Modotti sia stata una donna molto “viva” e se teniamo conto dei tempi …
    Roma è lontana ma forse un fine settimana lo potrei organizzare. Grazie per la notizia della mostra che non conoscevo.
    robert

Hai voglia di dirmi cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12 febbraio 2012 da in donne che ammiro, fotografia, libri, mostre con tag , , , , , .

Colorsontheroad su facebook

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 259 follower

Questione di diritto d’autore

Tutte le immagini e i testi contenuti in questo sito sono coperti da Copyright, pertanto non possono essere utilizzati, riprodotti, copiati, modificati, trasmessi, alterati senza il mio esplicito consenso. Per eventuali richieste siete invitati a contattarmi scrivendomi a giorgiacolors@gmail.com.

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: